VERSARE I CONTRIBUTI

L’attuale sistema di pagamento dei contributi annuali a carico dell’iscritto prevede:
cinque rate di pari importo, costituite dai contributi minimi per l’anno in corso e da un anticipo del saldo dovuto per l’anno precedente;
sesta rata pari al conguaglio tra quanto versato a titolo di anticipo saldo nelle prime cinque rate e quanto dovuto a titolo di contribuzione sulla base della dichiarazione del reddito professionale e del volume d’affari di cui all’articolo 11 del Regolamento di Previdenza.

Per permettere il calcolo dell’importo dovuto nella sesta ed ultima rata, entro il 10 settembre di ciascun anno deve essere effettuata la comunicazione reddituale (Modello UNI telematico).

Per il versamento degli acconti sono predisposte cinque rate da versare entro il 10 del mese di febbraio, aprile, giugno, agosto ed ottobre. L’ammontare di ciascuna delle prime cinque rate è ottenuto sommando:
il 20% del contributo soggettivo minimo;
il 20% del contributo integrativo minimo;
il 20% del contributo di maternità;
il 18% del contributo soggettivo calcolato sul reddito professionale presunto ovvero sull’ultimo reddito disponibile;
il 18% del contributo integrativo calcolato sul volume d’affari presunto ovvero sull’ultimo volume d’affari disponibile.

L’ammontare della sesta ed ultima rata, da versare entro il 10 dicembre di ciascun anno, è ottenuto sommando la differenza tra la contribuzione dovuta e quanto versato a titolo di acconto nelle prime cinque rate.

Per il pagamento dei contributi minimi dovuti per l’anno corrente e del saldo dell’anno precedente, l’Ente predispone all’interno dell’Area Riservata modelli di pagamento F24 e PagoPa precompilati con l’indicazione dei dati anagrafici e dell’importo da corrispondere.

Per la regolarizzazione di annualità precedenti tramite F24, è possibile consultare la tabella dei codici tributoTABELLA CODICE TRIBUTARIO istituiti con la Convenzione del 18 aprile 2014 stipulata tra l’Agenzia delle Entrate e l’Ente.

Il pagamento dei contributi può essere effettuato anche mediante CARTA ENPAPI, la carta di credito riservata agli iscritti ENPAPI, frutto di un’iniziativa dell’Ente in collaborazione con la Banca Popolare di Sondrio.